Introduzione

Situata nel nord-ovest della Romania, la provincial di Cluj è la 13 ° più grande del paese, e occupa il 2,8% della Romania. Con un ambiente naturale favorevole dell'attività umana, zona della provincia di Cluj è stata abitata fin dai tempi antichi. Scoperte archeologiche in questa regione attestano l'esistenza di una civiltà ben integrati nella vita e della cultura europea.


Importante centro politico durante il governo romano, la città fu un periodo capitale di Dacia Porolissensis. Colonizzazione rumeno copriva tutta l'area della contea, come attestano le numerose vestigia (Bologa, Căşeiu). Dopo il ritiro dell'esercito e dell'amministrazione romana a sud del Danubio (275 dC), la regione ha continuato ad essere abitata (banco dei testimoni scoperte nella regione Manastur) e la restante popolazione ha sopravvissuto migrazione periodo barbarico dall'Europa orientale e meridionale.


La provincia di Cluj si trova nel cuore della regione storica della Transilvania, in Romania centro-occidentale, vicini contee di Bihor, Salaj e Maramures, Alba, Bistrita e Mures County. Il villaggio si trova nel prato Fizeş, sul fiume Fizeş, nella provincia orientale di Cluj, al confine verso la provincial di Bistrita ad est e sud-est. Confina a nord con villaggio Buza, ovest della commune Geaca, e nel sud-ovest della comune Cămăraşu, tutti e tre i comuni si trovano nella provincia di Cluj.


La provincia di Cluj si trova nella zona di contatto delle tre grandi unità geografiche: Monti Apuseni, Transilvania Pianura ed l'altopiano Somes. Sollievo è prevalentemente collinare contorno (più di due quinti della superficie) e montuoso, senza altitudini inferiori ai 200 metri sul livello del mare. Topografia collinare comprende la parte nord-occidentale della Transilvania Pianura, caratterizzata dalla presenza di colline con un'altitudine media di 500 metri e sud-orientale dell'altopiano Someşan con colline più alte, coperte di foreste. I monti Apuseni (i monti Bihor, Gilau, Muntele Mare e Trascau) guardano il sud-ovest, la massima altitudine essendo registrata in Massiccio Vladeasa (1.842 m). La rete idrografica è rappresentata da Somes Mic (che attraversa quasi tutta la contea) Crisuol Repede e Ariesul, laghi naturali (Cătina Popii I e Popii II, Geaca, Taga, ecc.) e serbatoi a Fantanele Belis, Tarnita e Gilau. Le risorse minerarie della regione sono del carburante (lignite, torba, gas naturale), minerali e rocce (quarzo, feldspati, dacite e andesite, granito, pietra calcarea, tufo, caolino, sale), ed i sorgenti minerali.

Della provincia

Cătina

Cătina

Nella zona Gura Baciului sono stati scoperti i più antichi manufatti neolitici della Romania (5000 aC). Nel II secolo aC, qui c'era una civiltà Geto-Dacica. Dopo che Dacia fu conquistata dall'Impero Romano, Potaissa (Turda) e Napoca (Cl

Cămăraşu

Cămăraşu

La comune Cămăraşu si trova nel sud-est della provincia di Cluj, nella pianura Fizeş nella zona del fiume Fizeş, a 37 km da Cluj-Napoca. Confina ad est con Budeşti e la città Sarmasu, ad ovest con la comune Mociu, a sud con la citt&agrav

Buza

Buza

La comune Buza è situata nella parte nord-est della provincia di Cluj, a 80 km da Cluj-Napoca, a 50 km da Dej ed a 35 km da Gherla. Si trova ai piedi della collina Dealul Ascutit, appartenente alla colline Jimbor, essendo esteso su una superfi